728 x 90

Comitato pista ciclabile è per la mobilità sostenibile

Comitato pista ciclabile è per la mobilità sostenibile

Il Comitato Pista Ciclabile Magenta-Corbetta prosegue la propria attività. Ecco cosa racconta il Direttivo, in occasione della settimana UE della Mobilità sostenibile

La mobilità sostenibile è un tema prioritario per l’ambiente. Ecco perché ogni anno l’Unione Europea le dedica una settimana. Per il 2019 la Settimana Europea della Mobilità è partita lo scorso 16 settembre e si concluderà domenica 22 settembre. E, ricorda Ispra, punta i riflettori “sulla sicurezza del camminare e andare in bicicletta in città e sui vantaggi che può avere per la nostra salute, il nostro ambiente”, oltre alle potenzialità economiche, in termini di risparmi ma anche di opportunità.
Ognuno può dare il proprio contributo, muovendosi più spesso e maggiormente a piedi o in bici, oppure cercando di impegnarsi perché la mobilità sostenibile sia anche occasione per far muovere in sicurezza quanti per lavoro o per studio hanno deciso di raggiungere la propria meta quotidiana in sella alla propria bici.

È il caso del Comitato Pista Ciclabile Magenta-Corbetta, nato da pochi mesi e che però ha dato vigore al proposito di far nascere un’infrastruttura di collegamento tra i due paesi confinanti. Si è speso per avviare un dialogo con le due amministrazioni comunali, ottenendo da entrambe disponibilità. Nel caso del Comune di Magenta si è stabilito un cronoprogramma:

• A settembre 2019 comincerà la collaborazione fra l’amministrazione magentina e il comitato per individuare possibili semplificazioni del progetto, cercando di ridurre l’impatto economico e concentrandosi sulle esigenze primarie di sicurezza;

• Contemporaneamente il Comune di Magenta, supportato dal comitato, prenderà contatto con i proprietari dei terreni per l’acquisizione;

• Nella primavera 2020 il progetto dovrà essere pronto ad affrontare l’iter burocratico di approvazione, in particolare alla Paesaggistica;

• Magenta, con l’appoggio del Comitato, parteciperà a bandi per la sovvenzione del progetto, e a tavoli intercomunali per la mobilità sostenibile del progetto ANCI 2020, dialogando contestualmente anche con l’amministrazione di Corbetta;

• Nella primavera 2021 partiranno i lavori di realizzazione della pista.

Oggi a che punto siamo? Ecomunità lo ha chiesto al presidente e vicepresidente, Francesco Cerati e Viviana Maltagliati (nella foto). «Tornati dalle ferie abbiamo già ripreso i contatti col Comune di Magenta, per avviare subito le attività concordate», fanno sapere.

Quali sono le attività che il Comitato intende portare avanti ora? «Innanzitutto, far conoscere la nostra realtà e gli obiettivi prefissati, che a partire dallo stimolo di far nascere la pista ciclabile che da Magenta si colleghi a quella di Corbetta fino alle iniziative di sensibilizzazione sul tema della mobilità sostenibile. Vogliamo farci conoscere dai nostri concittadini, facendo sapere loro come ci stiamo muovendo e intanto portare avanti il dialogo aperto con le due amministrazioni».

Oggi quanto è sentito il tema della mobilità sostenibile sul territorio? «È migliorabile. Per questo reputiamo utile stimolare i cittadini, partendo da una vera domanda di mobilità. Per esempio: pensiamo di stimolare i ragazzi delle scuole superiori a muoversi in bici o a piedi, se possibile. Così si contribuirebbe ad alleviare in parte il traffico automobilistico».

Se ci fosse una parola che contraddistingue il vostro agire, quale sarebbe? «Forse la più indicata è: concretezza. Sulla mobilità sostenibile se ne parla sì, ma spesso è solo un concetto teorico. Noi, come Comitato, intendiamo concretizzarlo sul nostro territorio, per quanto ci è possibile e nel nostro piccolo. Siamo una realtà formata da alcuni volontari, per lo più genitori di ragazzi che frequentano le scuole dei due paesi e che vorrebbero permettere loro di mettersi in moto per andare a scuola in bici, ma in sicurezza».

Quando parlate di traffico, avete anche numeri a conforto della situazione? «Certamente. Una delle attività che portiamo avanti sia pure attraverso l’impegno dei soci, primo dei quali Luigi Malini, è proprio monitorare periodicamente il traffico nella zona del Fontanile Fagiolo, nei pressi cioè di via Casati, tra Magenta e Corbetta. Gli ultimi rilevamenti, fatti martedì 17 settembre riportano questa situazione: nei 30 minuti della rilevazione, dalle 7.45 alle 8.15 sono transitate 614 auto, 23 moto e 56 biciclette. Nel dettaglio da Corbetta rispettivamente 299, 13 e 47 e da Magenta 315, 10 e 9.
È interessante però notare la differenza tra i primi 15 minuti ed i successivi: da Corbetta le auto sono state 192 vs 107, segno evidente che il traffico verso Magenta si riduce molto dopo le 8, le moto sono state 9 vs 4 e le biciclette 46 vs 1. Tutti gli studenti sono arrivati per tempo al liceo.
Diverso è il traffico da Magenta a Corbetta: 163 auto nei primi 15 minuti e 152 nei secondi, 9 moto vs 1 e 7 bici vs 2. Il dato da considerare è che il traffico da Magenta appare sostanzialmente costante».

1 comment

In evidenza

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Cancel reply

1 Comment

  • Alkè
    9 Dicembre 2019, 13:01

    Sono realtà come questo comitato che fanno ben sperare in un futuro più "green", grazie anche alla sensibilizzazione delle nuove generazioni in merito all’ecosostenibilità. Complimenti a tutti: speriamo possiate essere da esempio anche in altre zone d’Italia, dove purtroppo l’attenzione all’ambiente non viene ancora considerata una priorità.

    REPLY

Ultimi Post

Top Autori

+ commentati

Video